Gruppo FIMO – Polyform SA

Il Gruppo FIMO, leader globale nella produzione e distribuzione di sistemi di fissaggio cavi nel settore delle telecomunicazioni, controllato dal 2015 dal fondo IGI Investimenti Cinque gestito da IGI Private Equity, ha acquisito la società Polyform SA, società di diritto francese focalizzata nelle soluzioni di camouflage per i siti di telefonia mobile.

Il camuffamento delle antenne è un settore in forte espansione legata all’introduzione delle nuove tecnologie nel settore mobile e permette l’installazione in aree fortemente sensibili all’impatto paesaggistico, nei centri storici e in tutte le aree densamente abitate. Il Gruppo FIMO consolida in questo modo la sua leadership di mercato, già presidiato attraverso la società controllata Kitting Telecom, diventando leader europeo nei sistemi di camouflage per apparati telefonici.

Il Gruppo FIMO è attivo da oltre 80 anni nella produzione e distribuzione di sistemi di fissaggio, ha una presenza diretta in Italia, sede storica della società, e quattro filiali operative in Francia, Germania, India ed USA. Nel 2016 ha registrato un fatturato consolidato superiore a 20 milioni di Euro, con un EBITDA superiore al 20% del fatturato.

Matteo Cirla, Amministratore Delegato di IGI Private Equity e Presidente di FIMO ha dichiarato: “Abbiamo acquisito il controllo di FIMO per rilanciare il percorso di crescita attraverso il rafforzamento manageriale, l’allargamento della gamma di prodotto e l’espansione geografica. Il nuovo CEO, Ing. Luca Tamberi, ha saputo interpretare in breve tempo al meglio questi obiettivi e insieme a IGI posto le basi per implementare questa strategia. L’acquisizione che annunciamo oggi ne è una conferma e siamo fiduciosi di poter proseguire con altri progetti che permettano al Gruppo FIMO di porsi come leader nei sistemi di installazione dei cavi e delle antenne per telecomunicazione”.

Il Gruppo FIMO è stato assistito dall’advisor finanziario K Finance (Clairfield Italy) in Italia, nelle persone del CEO Filippo Guicciardi, del Manager Maximiliano Turelli e della Senior Analyst Paola Quadri, e Clairfield France in Francia, nelle persone del Presidente Thierry Chetrit e della Manager Marie Dokchine. Lo studio Lamartine Conseil si è occupato degli aspetti legali dell’operazione.